martedì 27 maggio 2014

PANBRIOCHE SENZA BURRO NE' UOVA AI KUMQUAT...per sentirsi meno in colpa!

Ciao a tutti!

Be’ non è un mistero che la linea non sia un mio punto forte, ne ho degli altri ma proprio la linea non lo è, specialmente in questi ultimi anni post-nanetti...altresì è noto il mio amore sviscerato per i dolci...qualunque tipo di dolce basta che sia dolce...e sapete bene che queste due cose non vanno proprio bene insieme...e quindi come fare...


Spesso mi ritrovo a cercare dei compromessi che mi diano un po’ di soddisfazione dal punto di vista “dolciario” ma che non mi facciano sentire troppo in colpa dal punto di vista “linea”...non aspettatevi una ricetta totalmente light ma solo con qualche attenzione in più...

Se poi a tutto questo aggiungete l’esigenza di trovare un “compagno di fotografia” per la mia marmellata da fornire al fotografo... la scelta è stata semplice bisognava trovare una brioches con pochi sensi di colpa... subito ho pensato di modificare una delle ricette che faccio di solito ma poi, dopo un giretto sul web, ho trovato questa, uno spettacolare panbrioches senza burro e senza uova ma che è lo stesso morbidissimo anche il giorno successivo (non sono andata oltre nella sperimentazione!).

Le uniche modifiche che ho fatto sono state quelle di farcirlo con la mia marmellata di kumquat e delle scagliette di cioccolato al posto dello zucchero e cannella della ricetta originale, e poi di utilizzare la buccia dei kumquat per aromatizzare la pasta stessa.

Noi ne siamo rimasti entusiasti, è piaciuto moltissimo a grandi e piccini, in realtà solo ad un nanetto le altre non hanno voluto neppure assaggiare, ma vi assicuro che dalle mie parti non sempre questa cosa è così scontata neppure con i grandi!


PANBRIOCHE SENZA BURRO NE' UOVA AI KUMQUAT


INGREDIENTI per uno stampo da plumcake 12x30:

  • 185 ml latte
  • 50 g zucchero semolato
  • 7 g malto di riso miele
  • scorza grattugiata 2 mandaranci 10 Kumquat
  • 150 g farina 00
  • 150 g farina manitoba
  • 5 g lievito birra secco
  • 25 g olio di semi
  • latte per spennellare
  • tuorlo per spennellare (si può omettere e spennellare solo con latte) 
  • granella di zucchero

PROCEDIMENTO:

Cominciate preparando un infuso ben caldo con il latte, lo zucchero semolato e il malto di riso (io ho usato del miele) e la scorza grattugiata di 10 kumquat. In questo modo tutti i profumi si mescoleranno e gli oli essenziali delle scorze rilasceranno tutto il loro aroma. Tenetelo da parte.

Quando questo infuso si è intiepidito, mettete nella ciotola della planetaria le farina 00, il lievito di birra secco e mescolate brevemente per miscelare questi ingredienti. Cominciate a far lavorare il gancio a bassa velocità e versate l'infuso sulle farine. Aggiungete anche l’olio di semi e quando i liquidi sono stati assorbiti dalle farine aumentate la velocità e lasciate impastare per 15 minuti.Trascorso questo tempo, l'impasto si staccherà da solo dai bordi della ciotola ecomincerà ad "arrampicarsi" su per il gancio.

Spegnete l'impastatrice, lavorate brevemente l'impasto a mano per dargli la forma di un panetto e mettetelo a lievitare in una ciotola coperta con la pellicola ben stretta per favorire la formazione di un ambiente ricco di umidità all'interno.



Dopo un'ora, infarinate pochissimo il piano di lavoro e lavorate nuovamente l'impasto stendendolo per dargli la forma di un rettangolo alto 1/2 cm e col lato minore pari alla lunghezza dello stampo in cui intendete cuocere il panbrioche.

Quindi cospargete con la marmellata di kumquat e le scaglie di cioccolato in maniera uniforme tutto il rettangolo lasciando libera solo una striscia finale di 1 cm che servirà da "chiusura" al rotolo.
Arrotolate la pasta su se stessa fino a ottenere un rotolo che trasferirete nello stampo foderato di carta forno posizionando la giuntura verso il basso.
Lasciate lievitare il rotolo all'interno dello stampo, coperto con la pellicola appoggiata sopra, lasciandolo in un luogo tiepido. Non abbiate fretta e non infornate il pan brioche se prima non si è gonfiato parecchio arrivando quasi ai bordi dello stampo. Il tempo necessario varia a seconda della temperatura dell'ambiente, ma anche da questa attesa dipende la sofficità del risultato finale e vale la pena di essere pazienti.


Spennellate la superficie con un composto di un tuorlo e un cucchiaio di latte intero (potete spennellare anche solo con latte) formando un velo uniforme, cospargete con granella di zucchero e infornate a 180° per 30 minuti. 





Buon appetito!


25 commenti:

  1. che la lotta per la linea abbia inizio! Idea golosissima, sai che non conoscevo il nome di quei frutti? (In questo momento mi sento molto molto ignorante!) Complimenti per la brioche, dev'essere a dir poco deliziosa!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo... Capisco molto bene la perenne lotta dolci-linea... ;) e anche a me ogni tanto piace sperimentare... Sano nn è per forza insapore! Bravissima, questo pan brioche è davvero invitante!!

    RispondiElimina
  3. Non si può resistere ad una tale bontà! Le foto poi sono così realistiche che viene voglia di dargli un morso! Complimenti ad entrambi! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. Interessante..Li avevo sempre chiamati mandarini-cinesi-e-basta, e guarda un po' che ci si fa pure la marmellata!! Splendido, complimenti a cuoca e fotografo.. ;)

    RispondiElimina
  5. Bellissima ricetta!! Adatta anche a me che grazie all'amore ho messo 3 kg (e anche lui è cicciottello...eheheh...)... La copio e poi ti dico...
    Come stai Monica? Tutto bene? Non sai quanto mi manca il blog!!!! Ma sto "sistemando" la mia vita e mi manca il tempo...
    Per fortuna che aprendo google sul cellulare mi è subito apparsa la tua ricetta (miracolo della tecnologia...!!!)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Ottima proposta: io e il mio colesterolo alto apprezziamo queste delizie prive di burro e uova!!
    Assolutamente da provare!!!

    RispondiElimina
  7. Tesoro io ho provato i cornetti con un impasto simile e devo dire che è vero restano morbidissimi anche il giorno dopo e visto che come ben sai sono a dieta questo panbrioche lo proverò molto presto perchè è light goloso e morbidoso!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  8. que delicia de pão, perfeito e guloso mesmo.
    Tenho kumquat em casa e já fiz compota mas este ano não chegam, mas mesmo assim levo a receita para fazer com outra compota, que lindo está.

    beijinhos

    RispondiElimina
  9. Mitica Monica!! Sarà anche senza uova e burro ma è davvero invitante delizioso!! Brava!!

    RispondiElimina
  10. troppo bello quel "per non sentirsi in colpa" ahahahahahah panbrioche favoloso a dir poco! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. La linea?O-o che sarà mai?Il mio punto forte è il giro vita...quello si che è bello "forte"!Tesoro se questo è un giusto compromesso tra peso e gola,allora val la pena provare:è bellissimo,così morbido e tanto prezioso con la squisita confettura!Brava te e bravo il fotografo...sono un incanto queste foto!
    Baciuzzi dalla Dami,perennemente"mai in dieta"!

    RispondiElimina
  12. Ciao Monica,
    non vedevo l'ora di vederlo, questo pan brioche, che avevo adocchiato su fb.
    Sono dell'opinione, come te, che si possano fare delle cose avendo un occhio più attento agli ingredienti. E se ci pensi, in fondo, basterebbe applicarlo sempre, alla cucina in generale, per trarre dei benefici. E sono certa che sai di cosa parlo :)

    Molto bello questo tuo panbrioche....non ho mai assaggiato i Kumquat , ma non nutro molti dubbi che li amerei. Ottimo lavoro!

    Complimenti a voi due :)
    Un abbraccio :*

    PS: l'ultima foto mi ha fatto girare la testa :D

    RispondiElimina
  13. Questo dolce mi piace molto, il fatto che sia light è fantastico! Sono a dieta da due giorni quindi me lo segno iper volentieri :)
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  14. Che roba ... fantastico!! Mi paice un casinissimo il tuo panbriosce, lo trovo goloso solo a gurdarlo! Brava Monica. Io invece sono un tipo longilineo che ha avuto la fortuna della vita di mangiare quello che voleva, senza badare a dolci o altro. Ora però non è più così, faccio fatica a mantenere un certo peso ma sono obbligata per i miei problemi alla schiena. Però quanto meno me la sono goduta fino a qualche anno fa e diciamo che mi accontento. Al dolce per la colazione però non rinuncio e questa me la segno, la farò con altre marmellate, visto che non ho la fortuna di avere i kumquat. Baci sparsi a te e ai nanetti.

    RispondiElimina
  15. Sto cercando di stare attenta e di evitare dolci ma davanti a quella fetta non riesco a resistere...stragoloso!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
  16. l'ho salvata immediatamente! direi!

    RispondiElimina
  17. Feci anche io tempo fa un panbrioche simile.. troppo buono..e come dici tu.. senza troppi sensi di colpa! Ma il valore aggiunto è la tua marmellata!!!!! un bacione

    RispondiElimina
  18. Che delizia tesoro..davvero fantastico il tuo panbriosche e poi molto + light di quello che si trova in giro ^_* Complimenti cara, la prova costume anche questa volta è salva ^_^

    RispondiElimina
  19. Mi ispira! Visto che come già sai la linea è anche un mio problema lo proverò senza dubbio :-)
    E apprezzo che abbia un occhio alla linea ma non sia totalmente light! Un dolce è dolce e sinceramente piuttosto che mangiare un surrogato io preferisco farne a meno!! Questo invece è un dolce light intelligente, la marmellata l'avevo già ammirata nel post precedente ed è da slurp! In più è un lievitato e li adoro... quindi cosa voglio di più? Ah, si... un po' più di tempo che in questo periodo proprio non c'è, ma purtroppo in questo tu non puoi aiutarmi :(
    P.S. Anche quando non ho il tempo per lasciare una traccia... io ti leggo lo stesso, e ovviamente ammiro le foto del fotografo!
    Un grande bacio

    RispondiElimina
  20. Una meraviglia questo panbrioche, quella spirale di marmellata di kumquat dà un colore e un gusto favoloso...complimenti!!!
    Un abbraccio a tutta la famiglia...

    RispondiElimina
  21. Ciao! Salvato nei preferiti da provare al più presto anche perché la prova costume si avvicina!!!! Ovviamente sostituiro' il lievito secco con la pasta madre e la marmellata...non ho la bellissima pianta che hai tu....baci!

    RispondiElimina
  22. Che dire..se non che è tutto stupendo...dal dolce alle foto..bravissima cara!!!!:-))
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Complimenti, di cucinare senza uova né latte ne so qualcosa essendo vegana, e questo pan brioche sembra incredibile perchè sofficissimo (consistenza che a volte non è facile ottenere senza le uova appunto..)
    Una cosa, come mai dagli ingredienti hai cancellato il malto di riso? Non mangiando miele vorrei provarlo con quello..Ti ringrazio, ciao Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! Piacere di conoscerti!!!
      Assolutamente sì...utilizza tranquilla il malto di riso, io l'ho cancellato solo per evidenziare le modifiche che ho fatto alla ricetta originale, non avevo il malto ed ho utilizzato il miele e poi ho sostituito i mandaranci con i kumquat e anche qui puoi dare sfogo alla tua fantasia!!!
      Questo panbrioches a noi ha davvero conquistato...non pensavo potesse essere così morbido senza le uova...mi piacciono un sacco questi esperimenti!!!!!

      Un abbraccio e a presto
      monica

      Elimina
    2. Grazie, proverò sicuramente, un abbraccio a voi!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...