domenica 25 settembre 2016

GNOCCHI DI PATATE CON FARINA DI CASTAGNE RIPIENI D’AUTUNNO

Ciao a tutti!

Anche questo mese è arrivato il nostro appuntamento con MTChallenge, la sfida più bella del web!!! La vincitrice dell’ultima sfida Annarita Rossi del blog Il bosco di alici ha scelto per noi gli gnocchi di patate, nel suo articolo troverete tutti i consigli per gnocchi perfetti.
 


Ora sì che arrivano i problemi! Io amo gli gnocchi ma...

Per noi genovesi se si dice gnocchi, si intende conditi col pesto, condirli con altri sughi è quasi anarchia. Quindi potete immaginare la mia difficoltà anche solo al pensarli di un altro colore! Per poi non parlare delle patate. Per ottimi gnocchi servono patate farinose e vecchie non certo le patate novelle di questo periodo. Mi sembra ancora di sentire mia nonna Sunti (la nonna paterna), dopo avermi apostrofato con un affettuoso “câ figétta”, dirmi, a torto o a ragione, che questo non è periodo di gnocchi. Infatti, oltre ad essere le patate troppo nuove, fa ancora molto caldo e, sempre a detta della nonna, gli gnocchi “lievitano” e diventano ingestibili.

Non nego di essere stata parecchio influenzata da tutti questi pensieri, tanto da non essere stata capace di scovare un condimento che mi facesse cambiare idea e quindi proporre la versione classica degli gnocchi. Ecco perché la mia scelta è caduta sugli gnocchi ripieni.

Con gli gnocchi ripieni mi sentivo più libera di agire senza farmi influenzare dalle parole della nonna! Anche lì però non pensate che le cose siano filate lisce. Non sentivo più la voce della nonna ma dovevo prestare molta attenzione a quella del fotografo. Dalla padella nella brace.



Inutile dire che le nostre idee erano diametralmente opposte: se io dicevo bianco lui nero, se io volevo un sugo di funghi lui proponeva pesce, non eravamo d’accordo su nulla. Era necessaria una risoluzione drastica altrimenti saremmo stati ancora lì a discutere. Bene! Ho deciso io!

Oggi vi proponiamo i miei gnocchi con farina di castagne ripieni di zucca, ma non zucca semplice. Li abbiamo riempiti con una crema di zucca arricchita con formaggio, funghi e, l’ormai immancabile nella mia cucina, noce moscata!



GNOCCHI DI PATATE CON FARINA DI CASTAGNE RIPIENI D’AUTUNNO


INGREDIENTI per 6 persone:

  • 600 g patate rosse
  • 100 g farina di castagne 
  • 30 g farina 00
  • 1 uovo
Ripieno:
  • 400 g zucca cruda
  • 70 g ricotta vaccina
  • 40 g parmigiano reggiano
  • 30 cipolla bianca
  • 20 g carota
  • 2 cucchiai farina di polenta
  • 2 g funghi secchi
  • 1 uovo piccolo
  • noce moscata
  • olio extravergine di oliva
  • sale
Inoltre:
  • 50 g zucca
  • burro q.b.
  • rosmarino 

PROCEDIMENTO:

Preparate il ripieno. Tagliate la zucca in pezzi grandi senza eliminare la buccia (io ho usato parte di una zucca gialla lunga) e sistemateli in una teglia con la buccia rivolta verso il basso. Cuocete a massima potenza nel microonde per 20-25 minuti (potete cuocerla anche nel forno allungando un po’ i tempi). Una volta cotta raccogliete tutta la polpa in una ciotola staccandola facilmente dalla buccia con un cucchiaio. In questo modo dovrebbe rimanere piuttosto asciutta se così non fosse, strizzatela ulteriormente.

Mettete in ammollo i funghi in acqua fino a quando non saranno morbidi. Strizzateli e tritateli con cipolla e carota. In una padella mettete 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e aggiungete il trito preparato. Cuocete una decina di minuti quindi aggiungete la zucca, aggiustate di sale e fate soffriggere per altri 10-15 minuti.

Lasciate raffreddare trasferendo il tutto in una ciotola, quindi aggiungete l’uovo, la noce moscata, la ricotta, il parmigiano reggiano e la farina di polenta. Mescolate bene in modo da rendere tutto omogeneo e, se necessario, aggiungete sale.

Trasferite il ripieno in una sacca da pasticcere con bocchetta liscia e su una teglia ricoperta di carta forno create tante palline poco più piccole di una noce fino a finire tutto il ripieno. Trasferite la teglia in congelatore. Non fate il mio errore, avevo fretta e non ho aspettato che le palline fossero congelate e quindi il mio risultato non è stato perfetto! Abbiate pazienza!

Preparate ora la pasta degli gnocchi. Lavate ogni patate con la buccia eliminando residui di terra, bucherellatele con uno stecchino su tutta la superficie quindi (da bagnate) fasciatele ognuna con un foglio di carta cucina (tipo scottex). Ponetele in un piatto e cuocetele in microonde alla massima potenza (per me 900 W) per 9–10 minuti, il tempo dipenderà dalla pezzatura delle patate. In questo modo le patate non assorbono più acqua.

Appena cotte calde e ancora con la buccia, schiacciatele con uno schiacciapatate. La buccia si separerà naturalmente dalla polpa rimanendo all’interno dello schiacciapatate. Schiacciatele direttamente sulla spianatoia, allargate la polpa e lasciate intiepidire.

Aggiungete l’uovo e poco alla volta le farine. Impastate aiutandovi con un tarocco fino ad avere un impasto omogeneo. Fate attenzione a non lavorar troppo l’impasto per non far sviluppare troppo il glutine, nemico degli gnocchi.

Ora riprendete le palline di ripieno dal congelatore. Stendete parte dell’impasto ad uno spessore di circa mezzo centimetro (se riuscite anche meno). Quindi con coppapasta tondo da 7 cm create dei cerchietti all’interno dei quali andrete a mettere una pallina di ripieno. Richiudete dando una forma sferica e mettete da parte. Otterrete circa una trentina di gnocchi ma tutto dipende dallo spessore della pasta.

Tagliate a tocchetti di un centimetro la zucca e fatela arrostire in forno dopo averla condita con olio extravergine di oliva e rosmarino. Tenete da parte.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata. A mio gusto essendo piuttosto grandi li lascio cuocere 1-2 minuti dopo che sono venuti a galla, essendo presente anche l’uovo.

In una padella fate fondere abbondante burro con qualche rametto di rosmarino. Trasferite nella padella gli gnocchi appena cotti e fate insaporire.

Servite gli gnocchi arricchiti con la zucca arrostita. 








Buon appetito!



Con questa ricetta partecipo alla sfida n°59 dell'MTC di Annarita Rossi del blog IL bosco di Alici







Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...