domenica 20 settembre 2015

PANE CIAMBELLA ALLE PATATE A LIEVITAZIONE NATURALE

Ciao a tutti!

Erano ben due mesi che non pubblicavo una ricetta di pane, anzi in realtà potrei dire che erano da circa due mesi che il mio forno era in ferie, il troppo caldo mi aveva fatto rinunciare alla magia della trasformazione di semplice acqua e farina, al profumo che pervade tutta casa durante la cottura, alla trepidante attesa della giusta lievitazione.


Quindi appena ne ho avuto l’occasione, mi sono scatenata: prima ho “scaldato i muscoli” con una semplice ma ricca crostata ed oggi finalmente sono tornata al mio grande amore: il pane.


L’estate, per me è il periodo in cui ho più tempo a disposizione e in cui posso maggiormente dedicarmi alle mie passioni, anche l’attività del blog normalmente rallenta quindi si ha più tempo per approfondire temi che durante l’anno si toccano a volte solo marginalmente.


L’idea di questo pane e nata proprio così, prima da un corso sulla panificazione frequentato all’inizio dell’estate e poi da un libro sull’autoproduzione in cucina di Lisa Casali, e alla fine l’occasione per mettermi al lavoro mi è stata fornita dal contest di Profumo di cannella sponsorizzato da Molino Quaglia, mentre la forma l'ho vista su internet. 

Vediamo cosa ho combinato, seguitemi!

PANE CIAMBELLA ALLE PATATE A LIEVITAZIONE NATURALE

INGREDIENTI:

per il prefermento preparato la sera prima:
  • 100 g farina Petra 1
  • 60 g acqua
  • 10 g pasta madre rinfrescata e matura
per l’impasto:
  • 450 g farina Petra 1
  • 260 g acqua (circa)
  • 170 g prefermento
  • 60 g farina di patate (fatta in casa, vedi Nota)
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 10 g sale
  • 5 g malto in polvere


PROCEDIMENTO:

La sera precedente in una ciotola impasto velocemente 100 g farina Petra1 con 60 g acqua e 10 g pasta madre già rinfrescata e matura.
Quindi copro con pellicola e lascio lievitare ad una temperatura di 16-18°C per 12 ore.

La mattina, nella planetaria (potete comunque anche procedere a mano) sciogliete il prefermento con parte dell’acqua (non aggiungete tutta l’acqua perché potrebbe essere necessaria una quantità differente rispetto  quella usata da me e questo dipende da mille fattori), aggiungete la farina, la farina di patate e il malto setacciati.

Iniziate ad impastare quindi aggiungete la restante acqua, l’olio ed infine il sale. Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Ponete a lievitare in una ciotola coperta con pellicola e chiusa nel forno spento fino al raddoppio (per me ci son volute circa 3 ore).

Raggiunta la giusta lievitazione, riprendete l’impasto, sgonfiatelo delicatamente e dividetelo in tre parti circa uguali formando tre palline. Ora lavorate ogni pallina fino a formare un lungo cordone.




Prendete due cordoni ed intrecciateli uno sull’altro, avvicinate le due estremità (tagliando le parti in eccesso per pareggiarle) formando così una ciambella intrecciata. Ora prendete l’ultimo cordone e assottigliatelo ancora fino a raggiungere la lunghezza necessaria per avvolgere del tutta la ciambella appena formata.



Con la pasta di avanzo (se ve ne avanzerà!) potrete formare dei piccoli nodini di pane. Ponete tutte le forme create su una teglia, coprite con pellicola e ponete a lievitare ancora fino al raddoppio, nel mio caso ci sono volute circa 2 ore.

Preriscaldate il forno a 200°C, spennellate il vostro pane con olio extravergine di oliva ed infornate a 200°C per i primi 15 minuti, quindi abbassate a 180°C e continuate la cottura ancora per 30 minuti circa (controllate sempre la cottura perché ogni forno è diverso!).

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella fino al completo raffreddamento.


Nota:

FARINA DI PATATE
Dal libro “Autoproduzione in cucina” di Lisa Casali

INGREDIENTI:
  • 900 g patate
  • acqua q.b.
  • sale q.b.


PROCEDIMENTO:

Fate bollire le patate in abbondante acqua salata, portate a cottura. Importante cuocere le patate per eliminare la solanina. Sbucciatele, quindi tagliatele a tocchetti o a fettine e disponetele sui piatti di un essiccatore o anche sulla teglia del forno.


Essiccate le patate per 12-14 ore a 55°C e comunque fino a quando saranno ben secche. Potete fare lo stesso procedimento con forno avendo cura di mantenerlo a basse temperature.
Una volta essiccate, trasferitele in un potente frullatore e macinatele perfettamente fino ad ottenere una polvere fine. Da 900 g di patate crude ho ottenuta circa 150 g di farina di patate.


Potete conservare la farina di patate fino a 6 mesi in un contenitore ermetico ma anche fino ad un anno se sottovuoto.
È perfetta per dar morbidezza al pane o alle focacce, oppure per addensare le salse e per tutte quelle ricette dove potete impegnare le patate.

Se non potete prepararvi la farina di patate, potete sostituirla con i fiocchi di patate.




Buon appetito!



Con questa ricetta partecipo al contest del blog Profumo di cannella in collaborazione con Petra – Molino Quaglia:





12 commenti:

  1. Ok, lo devo provare!! Adoro la farina Petra, è squisita, immagino che buono sia questo pane!!
    Braviiii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'avevo mai usata, ma effettivamente è davvero ottima!

      un bacione silvia
      monica

      Elimina
  2. Che meraviglia, questo intreccio te lo devo copiare assolutamente!!!
    Bella l'idea di fare la farina con le patate, leggo con piacere che la si può produrre tranquillamente con il forno di casa, non sono provvista di essiccatore, e soprattutto che si conserva a lungo.
    Io il pane alle patate l'ho sempre fatto con la patata schiacciata ma sono troppo curiosa di autoprodurmi la farina.
    Grazie della bellissima ricetta.
    BAcioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto...amo le forme del pane, ne sono malata e sono sempre alla ricerca di nuove!!!
      Ho anche provato ad inventarne io, ma niente, non ho fantasia!!!
      L'autoproduzione, altra malattia, l'essiccatore è stato uno dei migliori acquisti dell'ultimo periodo, noi abbiamo tanta frutta e verdura e con l'essiccatore si possono fare duemila ottime cose!!!

      Un abbraccio grande grande Nat
      Monica

      Elimina
  3. Deve avere una consistenza fantastica! Grazie per aver partecipato e... in bocca al lupo!
    PS. Ancora manca il bannerino in home!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah!!! Che frana che sono!
      Lo avevo messo solo nella pagina dei contest, ora l'ho aggiunto anche in home page!!!!

      Baci
      monica

      Elimina
  4. mamma mia che visione! secondo me anche un panettiere di lunga data sarebbe incantato da tale meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo troppo buona...ho ancora tanta strada da fare anche se il pane rimane il mio grande amore!!
      La forma, l'avevo vista secoli fa su internet e alla prima occasione ho provato a riproporla, mi è andata bene!!!

      Un abbraccio
      monica

      Elimina
  5. Rimango a bocca aperta , questo pane mi piace un sacco ,la forma che gli hai dato è coreografica ,complimenti .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto, amo pasticciare col pane!

      Un abbraccio
      monica

      Elimina
  6. Che lavorone hai fatto cara...*____*
    Bravissima è una meraviglia davvero..
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre tanto cara..

      Un bacione Daiana
      Monica

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...