lunedì 1 aprile 2013

LA PASTIERA DEL CASTELLO!!!


Ciao a tutti!!!

Trascorsa bene la Pasqua?? Oggi siete riusciti a fare il pic-nic di Pasquetta?? Noi tutto bene, abbiamo trascorso i due giorni insieme alle nostre rispettive famiglie, niente pic-nic però visto il tempo un po’ pazzerello...ieri mattina il termometro segnava +4°C mentre a mezzogiorno il termometro segnava 16°C per poi riscendere verso sera....una leggera escursione termica!!!

Abbiate ancora un po’ di pazienza infatti i prossimi due post riguarderanno ancora ricette della Pasqua!!!
Oggi vi mostro un mio spauracchio!!! Ci sono riuscita!!! Grazie alla perfetta ricetta della grande cuoca Pa, anch’io, sono riuscita a sfornare una spettacolare pastiera!!!


Il primo anno di matrimonio (circa 7 anni fa) una sera il fotografo è arrivato a casa con un barattolo di grano cotto per pastiera, dicendomi di fargliene una visto che era un dolce che amava molto. Bhe’! Con molto entusiasmo ho iniziato a farla, ho cucinato il grano, preparato la frolla, imburrato la teglia.......ecco appunto....la teglia......credo che il mio errore fu proprio nella scelta della teglia, infatti scelsi una teglia in ceramica e il risultato fu una massa informe cotta solo in superficie...insomma una vera schifezza, neppure il gatto ne volle!!! Pensate che da quella volta in casa mia di pastiera non si parlò più, divenne una sorta di tabù, dimenticata, totalmente cancellata....il fotografo si guardò bene gli anni successivi di ricordarmi la pastiera per paura che potessi riprovarci...vero terrore!!!
Fino a quando, qualche giorno fa, il fotografo, andando a trovare la cuoca Pa al castello, ha commentato la sua splendida pastiera, ricordandomi il mio flop...bhe’ non potevo certo tirarmi indietro e così dovendo cercare di riscattarmi da quel primo pasticcio, giovedì scorso con la supervisione dei miei tre nanetti ho iniziato i grandi lavori (in contemporanea con la cuoca Pa che al castello preparava pastiera e tortano per i festeggiamenti pasquali della sua famiglia...)... Questa volta le cose sono andate benissimo!!! Giudicate voi!!!


Il fotografo ha gradito parecchio...pensate che la pastiera da 24 cm di diametro l’ha mangiata tutta da solo....non ne sono riuscita ad assaggiare neppure una fettina!!!

LA PASTIERA DEL CASTELLO
Con queste dosi ho fatto una pastiera di diametro 24 cm, una di diametro 18 cm ed infine 12 mini pastierine diametro 6 cm (utilizzando lo stampo dei muffin)...che non sono state fotografate essendo sparite prima!!!!!


INGREDIENTI:

per la frolla:
  • 670 g farina 00
  • 240 g burro
  • 490 g zucchero
  • 4 uova
  • semi mezza bacca di vaniglia
  • scorza di 1/2 limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale
per il ripieno:
  • 580 g grano cotto
  • 500 g di ricotta romana freschissima
  • 5 uova
  • 500 g zucchero
  • 350 g latte
  • scorza di 1/2 limone
  • Aroma fiori d'arancia
  • 100 g gocce di cioccolato
  • 1 pezzetto di burro
  • 50 g canditi misti
  • 1/2 stecca di vaniglia

PROCEDIMENTO:

Preparate la frolla sbriciolando il burro con la farina, aggiungete lo zucchero, i semi di vaniglia, la scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale. Disporre questo composto a fontana sulla spianatoia e incorporare con una forchetta le uova al centro una per volta. Lavorate velocemente fino ad avere un panetto liscio e sodo. Copritelo con una pellicola e mettete in frigo per almeno mezz’ora.
Nel frattempo preparare il ripieno: cuocere in un tegame antiaderente il grano, con il latte, la buccia di limone tagliata con il pelapatate, la stecca di vaniglia e una noce di burro, per 1 ora, facendo attenzione che non si attacchi al fondo (basta un attimo di distrazione). Farlo raffreddare, eliminare la vaniglia e le bucce di limone e passarlo con un passaverdura. In un ciotola, passare la ricotta al setaccio, aggiungere il composto di grano cotto, lo zucchero, le 5 uova sbattute, l'aroma fiori d'arancia, , i canditi tritati piccolissimi e amalgamare bene il tutto. Quando è pronto aggiungere il cioccolato e miscelare ancora un po’. Accendere il forno a 160°. Riprendere la frolla, dividerla in tre parti regolandosi a seconda della dimensione delle teglie che si andranno a comporre: io ho preparato una teglia diametro 24 cm, una seconda teglia diametro 18 cm e 12 mini-pastiere diametro 6 cm utilizzando i pirottini e gli stampi per i muffin. Stendere la frolla (tenendone da parte una piccola parte per poi fare le strisce di decorazione) e foderare tutte le teglie precedentemente imburrate e gli stampi da muffin. Con un mestolo riempire col composto di grano-ricotta le teglie e i pirottini da muffin precedentemente ricoperti con la frolla. Con una rotella ondulata ritagliare delle striscioline molto sottili per i muffin e spesse 1-2 cm per le teglie e creare la tipica grata come per le crostate. Infornare a 160°C per circa 1 ora e 15 minuti (i tempi di cottura varieranno a seconda della dimensione della teglia, controllare spesso). Alla fine quando sono sfornate e fredde spolverare con zucchero a velo.


Buon appetito!

17 commenti:

  1. Complimenti :-)
    Dagli errori commessi in passato non si può che migliorare e tu hai avuto una rivincita degna di nota ^.^
    Non hai idea dei pasticci che ho combinato io i primi tempi di convivenza..ma piano piano mi sono migliorata e guardandomi indietro mi sento veramente orgogliosa di me!
    :-* dalla zia Consu

    RispondiElimina
  2. Bellissime le pastiere! Complimentissimi!
    Vi avevo nominato per un premio ma non vi ho mai visti passare... Forse non avevate visto il messaggio... Lo trovate qui: http://nonnarica.blogspot.it/2013/02/liebster-award-ovvero-che-passione-la.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela!!!
      Grazie mille....mi spiace moltissimo di non aver visto il premio ma non ho trovato il messaggio....ho controllato anche ora non so cosa sia successo...ma non trovo il messaggio....Ti ringrazio moltissimo...

      Un abbraccio
      monica

      Elimina
  3. Anche se in questi giorni di tutto e di più.... adesso un pezzetto di questa magnifica pastiera me la mangerei volentieri!!
    Bravissima un bacio.

    RispondiElimina
  4. ciao cara
    davvero bellissime le tue pastiere!!
    Anche io se potessi me ne mangerei una intera!!
    Naturalmente anche qui le pastiere non sono mancate. Io , per mia fortuna, ho la teglia che usano a Napoli quelle lisce classiche che ho ben conservato qualche anno fa avendone avuta una in regalo proprio da un napoletano doc e la tengo come una reliquia!! ma devo dire che mi affascinano anche le tue di teglie, di alluminio, ideali per i dolci secondo me!!
    bene aspetto altro allora prossimamente! ^_^
    baci

    RispondiElimina
  5. Ciao Monica, bellissime le tue pastiere, con le gocce di cioccolato ancora più golose!!! Bravissima!!!
    Bacioni, buona giornata :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Monica! :) Grande Patty e grande tu!!! Deve essere buonissima questa versione con le gocce di cioccolato, da provare! :) Un abbraccio forte e tanti auguri anche se in ritardo! Bacioni! :) :**

    RispondiElimina
  7. Oddio è veramente spettacolare questa pastiera!!! E' perfetta!!!
    Ne mangerei volentieri una fetta :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  8. Ciao Monica! Bravissima e tu e bravissima la cuoca Pa!!!!! Pastiera perfetta!!
    Baci!

    RispondiElimina
  9. Grande risultato per una grandissima collaborazione!!! E una gran bella soddisfazione levata per la mia amica Monica!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  10. Perfette! Brava tu e brava la cuocaPa!
    un bacione!

    RispondiElimina
  11. Ma belli i miei Fotocibiamo!!! Innanzi tutto vi ringrazio di aver replicato e fotografato la "mia" pastiera... vi ringrazio anche di avermi mandato la foto, che ho mostrato ai vari viandanti che si sono succeduti in questi giorni al castello... un amico del mio ing ha da poco comprato una macchina fotografica seria e mi ha chiesto aiuto... la prima cosa che gli ho detto è di andarsi a vedere le foto di Luca tanto per avere un'idea di come (sentimentalmente) si fanno delle belle foto, la tecnica verrà pian piano. Vi bascio fortissimamente forte!!!

    RispondiElimina
  12. I pasticci li abbiamo combinati tutte. Una volta il grano lo preparavamo in casa e più di una volta la pastiera era buona per le galline. Adesso va meglio e la prossima pastiera sarà ancora più buona.
    A presto

    RispondiElimina
  13. Che dire... Bellissima pastiera! Oggi sto guardando tutti i post a riguardo e mi sta venendo un pò d'acquolina! :-)
    Giudy

    RispondiElimina
  14. Uno spettacolo,
    non ho altro da aggiungere!
    Complimenti
    Antonella.

    RispondiElimina
  15. che spettacolo, ho la bava alla bocca ma decisamente non credo riuscirei a fare un capolavoro del genere.
    ciao
    Ni

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...